Museo della Cultura Arbëreshe di San Paolo Albanese
Museo della Cultura Arbëreshe di San Paolo Albanese

Il Museo etnografico di San Paolo Albanese presenta lo straordinario patrimonio di tradizioni della comunità arbëreshe che vive nel territorio del Parco Nazionale del Pollino da oltre cinque secoli.

Oggetti, immagini, racconti, canti e filmati offrono ai visitatori un emozionante e imperdibile viaggio nella storia e nella cultura arbëreshe: dal ciclo di lavorazione della ginestra, agli oggetti di uso quotidiano, ai costumi, ai canti.

Il Museo è organismo vivo e connesso alla comunità residente nel Parco Nazionale del Pollino ma anche a tutte le comunità arbëreshe presenti sul territorio italiano; è un luogo di valori tradizionali e un quadro di vita del passato, narrati anche con l'ausilio delle nuove tecnologie.
È il territorio e il suo paesaggio rurale; è il borgo abitato ed il suo tessuto edilizio ed urbanistico; è la comunità e la sua cultura; è il contenitore di memorie ed il laboratorio di futuro.
Il Museo è un luogo ed un modo di conservare, tutelare, valorizzare, promuovere l'identità culturale, territoriale, sociale, economica della comunità locale arbëreshe di San Paolo Albanese; è lo strumento mediante il quale produrre nuova cultura. Tra gli oggetti, i prodotti e gli attrezzi della vita domestica e lavorativa della comunità arbëreshe è esposto, in particolare evidenza, il ciclo di lavorazione della ginestra, dalla raccolta, alla trasformazione, alla produzione di tessuti.

Orari di visita
Tutti i giorni
ore 9:00/13:00 e 16:00/19:00
Biblioteca specialistica albanofona: lunedì-venerdì: 8:00/14:00, martedì e giovedì anche il pomeriggio: 15:00/18:00
Servizi didattici: prenotazioni
tel. 0973 94367

Contatti
Via Regina Margherita
San Paolo Albanese (Pz)
tel. 0973/94367 / fax 0973/94368
e-mail: info@museoarbereshe.it | comunesanpaoloal@tiscali.it

www.museoarbereshe.it

 

 

Galleria fotografica

Museo della Cultura Arbëreshe di San Paolo Albanese (foto Francesco Vigliotti)
Museo della Cultura Arbëreshe di San Paolo Albanese (foto Francesco Vigliotti)